Caro Gioco quanto mi hai dato....

... la giornata è iniziata male...umore pessimo...probabilmente è già iniziata da ieri sera...per carità serata piacevolissima, ma l'avevo organizzata per parlare con una persona importante dei miei problemi di lavoro e proprio lui non è venuto...si è ammalato...si si non fate i maliziosi malattia vera...alla fine serata utile per fare un po' di pubbliche relazioni, ma non si è concretizzata in qualcosa di concreto (scusate il gioco di parole...).........
Per un tipo “concretamente ansioso” come me la mancanza di risultati è veramente devastante..ok...diamo per scontato che sia iniziata da lì la mia giornata noiosa e depressa peggio di una giornata uggiosa (parafrasando Battisti...) ...torniamo alla mia giornata dicevamo iniziata male...

due telefonate noiose...due vere rotture...poi mille dubbi...la chiamo / non la chiamo...lei non c'è è in vacanza all'estero...sia chiaro non è ancora la mia lei...perciò i dubbi sono di più, ma in più c'è anche il fatto che quando sono così sono antipatico a me stesso e ho “paura” che poi la telefonata non “venga bene”...e  poi sarebbe più dannoso...poi c'è il lavoro...ovviamente anche quello negativo...o meglio lo stipendio me lo pagano....ma non faccio un emerito ca.... (beh ci siamo capiti.........)...e sto aspettando che mi facciano una proposta...ormai sono 6 mesi...e prima ci stavo dentro adesso inizio a mostrare la corda...anche perchè ci sono un po' di soldi che in questo momento mi servirebbero molto....

Ultimi tentativi...magari due chiacchiere in compagna, mi tirano un po' su...chiamo in fila due miei amici ( ovvero quelli che vedo più volentieri...)...et voilà mi danno buca anche loro...così mi trovo alle 20.00 ancora di più annoiato, un po' più depresso con tanti dubbi su di lei...( mi ha risposto ai messaggi...però in questo momento mi servirebbero molte più rassicurazioni...) e senza avere voglia di fare niente anzi peggio...in questo momento non c'è niente che possa tirarmi su...deve solo passare il tempo....però è noioso...

Capito il quadro? Una vera giornata di m......... 

Cosa c'entra tutto questo con il gioco? Niente direte voi e invece il gioco è lì...perché si è vero oggi la tentazione c'era ...perché è li che si annida il bastardo...si adesso l'ho controllato l'ho gestita la situazione e questo è il primo giorno di merda da quando sono tornato da Orthos...gli altri sono andati bene...e non voglio tornare più lì...indietro nel buio...

Capite adesso il gioco cos'è? Capite perchè dico che il gioco mi ha dato tanto...?

No? Adesso cercherò di spiegarlo meglio... 

Il gioco è lì...perchè diventa tuo amico...ti accompagna...il capo ti rompe i coglioni? Al lavoro non ti capiscono...no problem....lui è lì ti fa salire l'adrenalina...ti eccita...ti fa giocare...ti incita dai dai dai che adesso dimostri quanto sei bravo...vinci un sacco di soldi e poi glielo metti in quel posto sorridendo...scommetti ( per la maggior parte giocavo alle scommesse sportive...) dai che sei il migliore...ti guardi la partita e godi della tua bravura...sei unico...sei il più forte...

Lei non ti chiama? E chissenefrega...adesso giochi vinci e ne puoi avere quante ne vuoi di donne ...più belle e più gnocche? Molto più belle molto più gnocche e soprattutto senza tante menate che ha lei...

domani aspetti la risposta per una nuova offerta di lavoro? E chi se ne fotte....oggi giochi vinci e poi domani li chiami ti metti in ferie perchè hai un problema famigliare da risolvere e glielo dici mentre sei al check -in in aeroporto...very very cool...cosa vuoi di più chi ti offre di più?

Nessuno non c'è cosa che a te non piaccia che puoi sostituire con lui il tuo amico gioco...anche perchè lui è sempre lì...non va via mai...anche quando pensi che si sia allontanato che non ti voglia più vedere...errore torna è lì sempre pronto ad aiutarti...non hai soldi? ...non è un problema lui spreme il meglio delle tue meningi e via una soluzione lui la trova sempre e chissenefrega se consumi il bancomat o la carta di credito...o peggio prendi per il culo i tuoi famigliari o qualche amico...a lui non interessa loro interessi solo tu e ti vuole far star bene....anche perchè poi una volta che vinci sistemi tutto con chi ti sta vicino...e anche loro si scorderanno che li hai presi per il culo...a lui interessi solo tu...perchè lui, il gioco, da vero bastardo qual'è ti fa credere che solo lui ti può far provare adrenalina a mille, emozioni a go-go, la rivincita sul mondo pieno di stronzi che ti hanno fregato e fatto del male...

cattiva compagnia? No lui non è una cattiva compagnia...sono gli altri che non capiscono...gli altri vanno e vengono lui è sempre con te non ti lascia mai...peccato che poi sia egoista e non ammette nessuno nella tua vita al di fuori di sé...ti riempie la testa e vuole essere il solo unico amore che puoi avere...l'unico con cui parlare e confidarti...nessun altro lui vuole te e tu devi volere lui!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

cazzo quanto  è difficile lasciarti...mi hai riempito la vita per tanti anni.....peccato che mi hai consumato l'anima...bastardo!!! e allora ti dedico questa e ti lascio...stavolta definitivamente.... 

 insieme a te non ci sto più...

guardo le nuvole lassù...

cercavo in te-e-e-e  

le tenerezze che non ho,  

la conprensione che non so  

trovare in questo mondo stupido.  

Quella persona non sei più,  

quella persona non sei tu....  

 

Io trascino negli occhi  

dei torrenti di acqua chiara  

dove io berrò..  

io cerco boschi per me  

e vallate col sole  

più caldo di te... 

 

(Insieme a te non ci sto più - Caterina Caselli)



Aforismi dell'azzardo

  • Gioco d'azzardo. Passatempo il cui piacere consiste in parte nella coscienza dei propri vantaggi, ma soprattutto nello spettacolo delle perdite altrui.

    Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

  • Giocare (dico del gioco grosso, il gioco d'azzardo che può portare la fortuna favolosa o l'irrimediabile precipizio), giocare non è divertente, nel senso leggiadro della parola. Anzi è una cosa, con quella tensione senza respiro, profondamente faticosa.

    Massimo Bontempelli, Il Bianco e il Nero, 1987

  • Alle tre del mattino l'odore di un casinò, il fumo e il sudore danno la nausea. A quell'ora, il logorio interiore tipico del gioco d'azzardo – misto di avidità, paura e tensione nervosa – diventa intollerabile. I sensi si risvegliano e si torcono per il disgusto.
    Ian Fleming, Casinò Royale, 1953

  • Non esiste il "gioco d'azzardo sociale". O sei lì per strappare il cuore a un altro e divorarlo... o sei un fesso. Se questa scelta non ti piace... non giocare.

    Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

  • Gioco d’azzardo. È il contrario del gioco, ed è assurdo che abbia lo stesso nome. Mentre il gioco è fondato sulla possibilità di maneggiare le proprie forze, il gioco d’azzardo è basato sul rifiuto di agire: in un caso c’è l’azione, nell’altro la passione.

    Valerio Magrelli

  • Il giocatore d'azzardo quanto più è bravo nel suo mestiere, tanto più è disonesto.
    Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Psicoterapia per giocatori compulsivi

Il Progetto Orthos è su "Il Sole24Ore" - In evidenza il carattere sperimentale, innovativo e di eccellenza degli interventi a beneficio dei giocatori d'azzardo problematici, patologici, e delle loro famiglie.


Per leggere l'articolo, cliccare qui !