La dipendenza da smartphone

Come la televisione ed il computer, anche il telefonino rappresenta uno strumento tecnologico di crescente utilizzo che, come dimostrano recenti e numerosi studi, è anche un oggetto verso il quale si può sviluppare una vera e propria forma di dipendenza. Con la crescita del numero e dei modelli di cellulari, nonché dei servizi offerti attraverso il telefonino, si assiste infatti all'incremento di casi di quella che, in alcuni paesi, è già diventata una "malattia sociale" e che è stata definita "telefonino-dipendenza", "cellularomania" o "cellulare-addiction". Dal telefono al telefonino: cambiamenti socio-psicologici della comunicazione telefonica.

Il gioco d’azzardo patologico aumenta l’impulsività

29/02/2012 da: Redazione Drog@news - fonte: Biological Psychiatry

Il gioco d’azzardo patologico (PG) è una patologia caratterizzata dall' alterazione dell’elaborazione della ricompensa cerebrale. Uno studio americano con Risonanza Magnetica funzionale ha esaminato l’attività cerebrale nel gioco d’azzardo associata a diverse fasi di ricompensa e perdita monetaria, e a diversi livelli di impulsività in soggetti dipendenti dall’alcol.

Difficoltà nel riconoscere e trattare le dipendenze non da sostanze


di Mauro Croce

Psicologo, Psicoterapeuta, Criminologo.

Docente di Psicologia Sociale ed Intervento di Comunità alla S.U.P.S.I. (Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana) Lugano. /// Resp. Educazione Sanitaria ASL 14 Omegna (Verbania)



Pubblicato In PERSONALITA’/DIPENDENZE, Vol. 9 , Fascicolo I, Giugno 2003, pp. 43 – 53



Riassunto



Pathological gambling is having problems getting the appropriate attention and strategies in the institution. This is due to various reasons amongst which the low visibility of the phenomenon and the difficulties many have in recognizing and dealing with drugless addiction eventhough there are many similarities, superimpositions and migrations from one addiction to another. 


Fenomenologia, ipotesi biologiche e trattamento

744040 jesterAGGIORNAMENTI SUL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO di Giannelli G., Smeraldi G.

Sul quadrimestrale Personalita'/Dipendenze diretto da Umberto Nizzoli e facente capo a ERIT-Italia ed alla SDP (Società Dipendeze Patologiche con Comitato editoriale misto USA/Italia), supportato dalla Commissione Europea, vengono pubblicati interessanti rassegne sul “gambling” cioè su un disturbo sottolineato da diversi contributi della letteratura classica ed oggi oggetto di attenzione e tentativi terapeutici da parte di diversi Ser.T.

Aforismi dell'azzardo

  • Gioco d'azzardo. Passatempo il cui piacere consiste in parte nella coscienza dei propri vantaggi, ma soprattutto nello spettacolo delle perdite altrui.

    Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

  • Giocare (dico del gioco grosso, il gioco d'azzardo che può portare la fortuna favolosa o l'irrimediabile precipizio), giocare non è divertente, nel senso leggiadro della parola. Anzi è una cosa, con quella tensione senza respiro, profondamente faticosa.

    Massimo Bontempelli, Il Bianco e il Nero, 1987

  • Alle tre del mattino l'odore di un casinò, il fumo e il sudore danno la nausea. A quell'ora, il logorio interiore tipico del gioco d'azzardo – misto di avidità, paura e tensione nervosa – diventa intollerabile. I sensi si risvegliano e si torcono per il disgusto.
    Ian Fleming, Casinò Royale, 1953

  • Non esiste il "gioco d'azzardo sociale". O sei lì per strappare il cuore a un altro e divorarlo... o sei un fesso. Se questa scelta non ti piace... non giocare.

    Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

  • Gioco d’azzardo. È il contrario del gioco, ed è assurdo che abbia lo stesso nome. Mentre il gioco è fondato sulla possibilità di maneggiare le proprie forze, il gioco d’azzardo è basato sul rifiuto di agire: in un caso c’è l’azione, nell’altro la passione.

    Valerio Magrelli

  • Il giocatore d'azzardo quanto più è bravo nel suo mestiere, tanto più è disonesto.
    Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.